prevenzione della demenza

Continua la nuova edizione del progetto di prevenzione dedicato alla Demenza.

Il Dipartimento dei Processi di Sviluppo e Socializzazione della Facoltà di Medicina e Psicologia della Sapienza, Università di Roma, in collaborazione con l’Università statale dello Utah degli Stati Uniti, ha avviato un progetto di ricerca-intervento, che rappresenta la continuazione di uno studio clinico svolto negli ultimi mesi, denominato Gray Matters. Si tratta di un progetto di prevenzione, mirato alla riduzione del rischio di insorgenza della demenza di Alzheimer (AD) in età avanzata, intervenendo su alcuni stili di vita considerati come possibili fattori correlati alla demenza.

Il progetto Gray Matters, versione 2.0 è rivolto a persone di mezza età, ed ha come obiettivo quello di favorire l’apprendimento di nuovi comportamenti, utili e sani, per prevenire lo sviluppo della malattia di Alzheimer.

A chi è dedicato il progetto

E’ aperto l’arruolamento per partecipare alla seconda versione del progetto Gray Matters, il quale è rivolto principalmente ai familiari di persone con deficit cognitivo, tra i 40 ed i 64 anni. Lo studio rappresenta per tutti i partecipanti un’importante opportunità di intervento sulla propria salute, e prevede una valutazione delle abitudini, stili di vita e funzioni cognitive (che può essere effettuata presso la nostra struttura o a domicilio). Verranno quindi dati dei consigli su come migliorare le aree risultate maggiormente impattate, riducendo il proprio rischio di deficit cognitivo.

Come fare per partecipare

Per qualsiasi informazione, è possibile visitare il sito internet dedicato al progetto Grey Matters
Per poter partecipare, inviare una mail all’indirizzo graymattersitalia@uniroma1.it
oppure contattare telefonicamente il numero: 06/33774780

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *